PARTNERS - COOPERAZIONE TECNICO SCIENTIFICA

Il Coordinamento del progetto

Le attività di coordinamento e di supervisione tecnico-scientifica del progetto fanno capo all’Istituto Agronomico per l’Oltremare (IAO), organismo del Ministero per gli Affari Esteri con vasta esperienza nella gestione di interventi di cooperazione internazionale nel settore rurale, esecutore di altri programmi agricoli e zootecnici bilaterali in Libia.
L'Unità GIS (Geographic Information System) dello IAO mappa la distribuzione delle differenti varietà di palma nelle cinque oasi di Al Jufrah.
L'Ente per lo sviluppo e il miglioramento della palma da dattero e dell'olivo, fondato nel 1988, con sede principale a Tripoli e branche operative in tutta la Libia, è l’interlocutore locale sul piano operativo e ha un ruolo chiave nel programma.

Nei suoi laboratori specializzati si effettuano le analisi biologiche, mentre nelle sue serre e nei suoi terreni si svolgono le prove di campo.
In un reciproco scambio di know how specialisti italiani e libici del settore collaborano nelle indagini sui sistemi e le potenzialità produttive, al fine di garantire l’uso ottimale delle risorse idriche, energetiche e naturali e migliorare le condizioni di vita delle popolazioni rurali.

Ricercatori dell'Università di Firenze

Nel quadro del programma Miglioramento e valorizzazione della palma da dattero nelle oasi di Al Jufrah in Libia alcuni Dipartimenti dell’Università di Agraria di Firenze lavorano insieme ai tecnici dell’Ente Libico per lo sviluppo e il miglioramento della palma da dattero e provvedono al trasferimento di importanti competenze specifiche.

Ricercatori coordinati dal Dipartimento di Biotecnologie Agrarie analizzano e applicano le tecniche e le modalità di identificazione genetica e di miglioramento varietale della palma da dattero.
Sotto la supervisione del Dipartimento di Scienze delle Produzioni Vegetali, del Suolo e dell'Ambiente Agroforestale si individuano i caratteri biologici e produttivi delle varietà di datteri presenti nelle oasi selezionate.
Con la consulenza del Dipartimento di Economia, Ingegneria, Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali Ingegneria Agricola e Forestale si elaborano proposte per la meccanizzazione dei processi di lavaggio, conservazione e confezionamento dei frutti.

Fondazione Slow Food

La Fondazione Slow Food per la Biodiversità onlus, in virtù della sua comprovata esperienza nella promozione di prodotti agroalimentari tradizionali con elevate qualità organolettiche, segue le attività di valorizzazione e promozione commerciale dei datteri di Al Jufrah. In particolare, esperti della Fondazione, in collaborazione con i produttori, definiscono i parametri di qualità per selezionare i datteri di eccellenza; realizzano la presente pubblicazione e un documentario sulle oasi e sui datteri libici; organizzano la partecipazione dei produttori a eventi promossi dall’associazione Slow Food.